14 Marzo 2013  15:44

Bif&st, defezione di Celentano

BOAA
Bif&st, defezione di Celentano

Lo showman avrebbe dovuto ritirare un premio e tenere un incontro con Ettore Scola

Imprevisto al Bif&st, il festival internazionale di cinema di Bari che inizia sabato 16. Non si svolgerà il previsto incontro con Adriano Celentano e Ettore Scola, previsto la mattina di mercoledì 20 marzo al termine della proiezione di ‘Yuppi Du’ (e ora sostituito da una lezione di cinema con Margarethe von Trotta). Celentano non verrà più a Bardi, dove avrebbe dovuto ritirare anche uno speciale premio Fellini. Così l’improvvisa defezione è stata motivata da sua moglie Claudia Mori nel messaggio inviato a Ettore Scola e Felice Laudadio, presidente e direttore del Bif&st, con la vicenda dei 950 licenziati della fabbrica Bridgestone di Bari. Tale fatto, spiega il messaggio, “turba profondamente Adriano e non lo mette nelle condizioni di spirito giuste per partecipare alla manifestazione organizzata in suo onore per ricevere il prestigioso Premio Fellini”. Celentano ritiene infatti che “la sua presenza purtroppo non può portare alcun genere di solidarietà ai lavoratori che sono impegnati nella difesa del loro posto di lavoro o dare al problema un'evidenza che lo stesso già possiede. La sua soluzione, invece, dipende da scelte e dinamiche nelle quali Adriano non può intervenire. Per queste ragioni Adriano chiede di sospendere l'evento, la consegna dell'importante Premio Fellini, proprio per avere modo di parteciparvi, come previsto, ma in un momento storico nel quale si spera ci sarà veramente da festeggiare anche con tutta la cittadinanza
barese”. In risposta a questa comunicazione, Scola e Laudadio – pur apprezzando la sensibilità dello showman – rilanciano l’invito a Celentano per portare “in prima persona la propria solidarietà ai lavoratori della fabbrica minacciati di licenziamento”. Peraltro una rappresentanza di lavoratori Bridgestone sarà al Petruzzelli per la serata di inagurazione per dare “visibilità alla loro lotta in ragione della presenza di innumerevoli media nazionali (e non solo) presenti a Bari per l'occasione. Crediamo di poter dire che i lavoratori in lotta apprezzeranno molto di più una testimonianza diretta e dal vivo portata da Adriano Celentano che non attraverso un comunicato emesso da lontano. Chiediamo dunque ad Adriano di ripensarci e di decidere di vivere insieme a noi un'esperienza davvero importante”. Difficile però a questo punto prevedere un’ulteriore cambio di programma di Celentano.

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 29 Agosto 2018
    CHE SIA L’ULTIMA VOLTA
    Segnatevi questi numeri: 37, 54, 39. Sono i titoli – mal contati – che usciranno al cinema tra settembre e novembre.
Stefano Radice

ACCADDE OGGI

  • 23 Settembre 2013
    Emmy Awards, vince 'Dietro i candelabri'
    'Dietro i candelabri' di Steven Soderbergh si è distinto alla 65ma edizione degli Emmy Awards con 11 premi. Il film segue le vicende del musicista...