17 Maggio 2018  06:55

Detassis, il lavoro da fare per i David

Stefano Radice
Detassis, il lavoro da fare per i David

Piera Detassis, presidente e direttrice artistica della Fondazione David di Donatello (foto Getty)

Eventi tutto l'anno e nuove regole per le votazioni. Le dichiarazioni della presidente e direttrice artistica del premio al cinema italiano

Piera Detassis, in qualità di presidente e direttore artistico della Fondazione David di Donatello, martedì a Cannes ha indicato alcune linee sulle quali intende sviluppare il suo lavoro: "Il David di Donatello non è solo un premio; deve articolarsi in una serie di eventi nel corso dell’anno che siano soprattutto di formazione. Inoltre, il mese tra nomination e premiazione non può rimanere vuoto ma deve essere ricco di iniziative. Devo dire che sto riscontrando enorme interesse rispetto al progetto che stiamo elaborando. Il 5 giugno 30 cortometristi che hanno vinto con le loro accademie si incontreranno in un evento tra Roma, Milano e Napoli. Questo incontro di giovani talenti non è una novità ma stiamo cercando di dargli maggior rilievo comunicativo. Per i David sviluppando diverse idee e novità. Inoltre, confermo anche che le regole della giuria e delle votazioni cambieranno; su questo punto siamo già al lavoro".

Contenuti correlati : detassis cannes david di donatello

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 29 Agosto 2018
    CHE SIA L’ULTIMA VOLTA
    Segnatevi questi numeri: 37, 54, 39. Sono i titoli – mal contati – che usciranno al cinema tra settembre e novembre.
Stefano Radice

ACCADDE OGGI

  • 24 Settembre 2017
    Prato, in arrivo un Cineporto
    Aprirà tra una settimana nel complesso storico dell'ex convento di Santa Caterina la Manifatture digitali cinema Prato, ovvero il Cineporto.