05 Marzo 2018  14:05

Europa, le misure per la lotta ai contenuti illeciti online

Silvia Mussoni
Europa, le misure per la lotta ai contenuti illeciti online

(Photo by Dan Kitwood/Getty Images)

La Commissione indica agli Stati membri le linee guida da adottare

La Commissione europea, facendo seguito alla sua comunicazione di settembre 2017 sulla lotta ai contenuti illeciti online, ha indicato agli Stati membri e alle imprese una serie di misure operative che raccomanda di adottare. Come riportato sul sito della Commissione, si sollecitano:

 

«Procedure più solide per eliminare i contenuti illegali con maggiore efficienza, ossia misure operative volte a garantire maggiore rapidità nella rilevazione e nella rimozione dei contenuti illegali online, a rafforzare la collaborazione tra imprese, segnalatori affidabili e autorità preposte all'applicazione della legge, nonché ad aumentare la trasparenza e le garanzie a favore dei cittadini.

 

Procedure di “segnalazione e azione” più chiare: le imprese dovrebbero definire regole semplici e trasparenti per la segnalazione dei contenuti illegali, comprese procedure accelerate per i “segnalatori affidabili”. Per evitare la rimozione involontaria di contenuti non illegali, i fornitori di contenuti dovrebbero essere informati delle decisioni prese al riguardo e avere l'opportunità di contestarle.

 

Strumenti più efficienti e tecnologie proattive: le imprese dovrebbero predisporre sistemi di segnalazione chiari per gli utenti e dotarsi di strumenti proattivi di rilevazione e rimozione dei contenuti illegali, in particolare per quanto concerne i contenuti terroristici e quelli che risultano illegali anche senza necessità di essere contestualizzati, come la pedopornografia o i contenuti relativi a merci contraffatte.

 

Misure di salvaguardia più solide a tutela dei diritti fondamentali: per garantire l'accuratezza e la fondatezza delle decisioni relative alla rimozione dei contenuti, in particolare quando vengono usati strumenti automatizzati, le imprese dovrebbero predisporre misure di salvaguardia efficaci e appropriate, comprese sorveglianza e verifiche umane, nel pieno rispetto dei diritti fondamentali, della libertà di espressione e delle norme sulla protezione dei dati.

 

Una particolare attenzione alle piccole imprese: le imprese del settore dovrebbero fare ricorso ad accordi volontari per collaborare e condividere esperienze, migliori prassi e soluzioni tecnologiche, comprese le soluzioni che consentono la rilevazione automatica dei contenuti illegali. Questa responsabilità condivisa dovrebbe andare a vantaggio in particolare delle piattaforme più piccole, che dispongono di risorse e competenze più limitate.

 

Una più stretta collaborazione con le autorità: ove vi siano prove di reati gravi, o il sospetto di minacce alla vita o alla sicurezza delle persone derivanti da contenuti illegali, le imprese dovrebbero informarne immediatamente le autorità preposte all'applicazione della legge. Gli Stati membri sono incoraggiati a stabilire gli opportuni obblighi giuridici».

 

Per arginare ulteriormente i contenuti terroristici online la Commissione parla di misure specifiche quali intervento entro un'ora come regola generale; rilevazione più rapida e rimozione efficace; miglioramento del sistema delle segnalazioni qualificate; comunicazioni periodiche degli Stati membri alla Commissione.

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

  • 18 Dicembre 2017
    Univideo per il Natale in home video
    A Natale rimane uno dei regali più gettonati. Stiamo parlando del cinema in casa, del prodotto home video che, grazie al Dvd e al Blu ray assicura un

Ricevi la Newsletter!

Homevideo

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy